Computer Distrazioni più o meno mondane Essere me Figlie di Eva

Yes

comments 5

Ritorno dalla mini vacanza di un weekend ospitata dal mio adorabile S. carica di sorprese e di . Due paia di scarpe, due top, un paio di pantaloncini, un fumetto di Lupin ovviamente già divorato sul momento e un portatilino in prestito, il suo, da cui sto scrivendo questo post comodamente sistemata sullo sgabellino bianco del terrazzo con una gentile brezza e un bicchiere d’acqua fresca alla mano, qui accanto a me sul tavolo, che mi aiutano a sopportare la canicola.

Era dall’aprile 2011 che non scrivevo qui sul terrazzo, che non mi sentivo ragazza moderna da Gossip Girl always on always on pc e devo dire che la cosa mi mancava parecchio, molto più di quanto immaginassi. Adoro questa meravigliosa sensazione di potere che sprigiona questo meraviglioso aggeggino nero, adoro il suo essere piccolo e maneggevole, tanto da poter entrare in una borsa, adoro il fatto di potermelo portare sempre dietro, come fosse il mio personale.   :occhidolci:

E’ proprio questo che adoro, sopra tutto:  il fatto di poter andare da una stanza all’altra, ma anche solo dalla scrivania al letto, senza smontare tutti i fili e filetti del mio portatile finendo miseramente avvolta dalle spire del caricatore, il poter vedere una piccola batteria che si carica e si scarica in basso a destra, il poter visualizzare che mancano uhm 2:01 ore al suo completo esaurimento, il poter insomma essere libera di andare dove mi pare e quando mi pare senza rinunciare al .

Non sembra ma son soddisfazioni neh.  :proud:

5 Comments

  1. No no, lo sembrano anche, soddisfazioni 😀 almeno a me che le condivido, ecco xD Non sai quanto son contenta io di portarmi il computer in giro senza che finisca in rianimazione dopo mezz’ora xD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.