Abitanti della blogosfera Computer Distrazioni più o meno mondane Essere me Figlie di Eva

Un sospiro di sollievo.

comments 21

Scoprire che ha finalmente implementato la possibilità di esportare gli archivi del proprio in un formato compatibile con Wp mi ha resa stranamente euforica; è da ieri che esporto e importo senza pietà. Ci sono alcuni commenti che si sono persi per la strada ma i post ci sono tutti (anche se ho dovuto importare più e più volte, mi dispiace dirlo ma Iobloggo sta scadendo sempre di più, a partire dall’amministratore, Mac, che presenta il suo prodotto come il migliore del mondo – com’è giusto che sia – e poi lo infarcisce di pubblicità, layout bimbiminchieschi e “così è, prendere o lasciare”).

Durante questa fatica di Ercole ho avuto modo di rileggere alcuni dei miei “postini”, e ho provato un’immensa tenerezza. Mi sembra siano passati secoli da allora, invece sono passati solo 5 anni… c’è quasi tutto lì: il mio trasferimento dall’università di Firenze a quella di Siena, l’assunzione di S., il nostro primo viaggio insieme, il suo spostamento, i nostri primi anniversari… importare quei brani di vita mi ha fatto sentire bene: ora che tutto è insieme e l’archivio parte da quel fatidico giugno 2007, com’è naturale che sia, mi sento più tranquilla, più completa.

Nello scorso post scrivevo di voler aprirmi un po’ di più, di quel che sentivo senza inibizioni, e rileggendo i miei bambini mi sono scoperta più spensierata e forse più infantile ma sicuramente più sincera, senza filtri. Non so se sia un caso o un impulso inconscio che mi ha fatto controllare le modalità di esportazione; giuro di non averlo fatto con lucidità: non mi è venuto assolutamente in mente di fare una cosa simile e su Iobloggo ci vado molto raramente ormai.

In ogni caso, qualunque cosa mi abbia spinto a controllare  quella pagina, la ringrazio: ora che siamo tutti mi sento meglio, molto meglio, come se avessi “fatto tutto” e io fossi finalmente libera di fare e scrivere ciò che mi pare.

Finalmente.  :phew: