Distrazioni più o meno mondane Essere me Fashion, not victim Figlie di Eva Pour parler

Un post diverso dal solito

comments 7

Non mi è mai capitato di scrivere riguardo o aziende, ma oggi voglio farlo. Mi sembra giusto far conoscere la gentilezza di un’azienda che si è impegnata nel farmi avere un paio di su cui avevo ormai messo una croce sopra.

Sì, perché sono delle scarpe che hanno dato il via all’intera vicenda, e, più precisamente, queste sneakers di Lora Ferres.

 

E’ da circa un mese che desidero queste scarpe, ma il mio numero era già esaurito sul negozio online, mentre in quelli fisici non era proprio presente. Così, per sapere se mettere il cuore in pace oppure continuare a sperare nel riassortimento di quello specifico modello, contatto l’azienda su Twitter.

mi risponde dopo qualche giorno, dicendomi di scrivere un DM con il mio nome e cognome: ha mandato il paio di scarpe con il numero da me richiesto al negozio più vicino. Anche il prezzo era quello del sito, cioè scontato del 30%.

Ieri pomeriggio mi sono recata alla filiale indicata, e, con un certo imbarazzo – non sapevo come presentarmi! – ho chiesto delle scarpe. La commessa, gentilissima, dopo aver chiesto il mio nome mi porge due scatole: avevo infatti detto che porto il 38/39, e l’azienda aveva inviato entrambi i numeri per farmeli provare. 

Indovinate un po’?

Sneakers Lora Ferres
Le famose

Ma la storia non è finita.

Stamattina Pittarosso mi contatta, sempre su , per chiedermi se sono andata in negozio, se ho trovato le scarpe e se, insomma, è andato tutto bene.

Trovo che sia raro, al giorno d’oggi, trovare tale gentilezza e disponibilità in una grande azienda. Hanno fatto tutto di loro iniziativa, e, per questo, apprezzo ancora di più il gesto.

Non come la Panini, dalla quale aspetto ancora una risposta (risate registrate) e, sopratutto, il raccoglitore dei francobolli (dell’argomento raccoglitore ne parleremo più avanti).

7 Comments

  1. E’ da qualche tempo che le scarpe io le compro esclusivamente su internet. Non perchè non abbia voglia di muovervi (anche se ammetto di essere un pò pigro) ma perchè sono già sicuro che non troverò quelle adatte a me. Con un braccio semi paralizzato usare le scarpe con le stringhe è per me impossibile, l’alternativa è usare quelle con l’allacciatura a strappo ma se vai in negozio fisico trovi solo le misure per bambini; le misure per adulti sono pura fantascienza.

      • Il problema non sono le aziende ma gli acquirenti: una delle ultime volte che ho acquistato delle scarpe in un negozio, il venditore mi ha spiegato che non tiene quelle a strappo perchè in Italia non sono richieste mentre in altri paesi si trovano senza alcun problema.

  2. Le scarpre sono belle, ma forse le avrei preferite senza perline… scusa per questo parere non richiesto! XP
    Mi fa piacere esistano aziende del genere, mi fa meno piacere che esistano aziende come quella da te citata a fine post… le stanno sbagliando tutte! Non ci mettere troppo a scrivere del raccoglitore, sono troppo curioso! XD

    • Macché, hai fatto bene! Poi è normale non ti piacciano le perline, è un tocco femminile che invece, a me, proprio per questo, piace molto… 😛

      Sì, le stanno sbagliando davvero tutte, il post è in cantiere e spero di pubblicarlo stasera stessa! Tu sei stato previdente a comprarlo prima che i francobolli fossero finiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.