Distrazioni più o meno mondane Opinioni Serie tv

Recensioni lampo: Il Trono di Spade 5×08: Le campane

comments 4

Altrimenti detto: alla fine si scoprì che era Daenerys il boss finale

La mia sarà un’opinione largamente impopolare ed anticonformista.

A me la puntata è piaciuta.

Sarà perché non mi aspettavo nulla di ciò che si aspettavano tutti coloro che hanno studiato approfonditamente la serie ed i libri ma, a parte alcune trovate trash (della serie, il cavallo bianco di Arya) tutto il resto l’ho trovato persino in linea con tutto ciò che è successo nelle puntate precedenti.

Mi spiego meglio:

  1. Che Daenerys stia impazzendo, ricalcando le orme del padre, è cosa ormai risaputa. Lo stanno urlando a gran voce da oramai tre puntate a questa parte, additandola come la cattiva suprema. E, a dire il vero, la cosa rientra perfettamente nello stile colpi di scena GOT: la buona che impazzisce e diventa cattiva. Cosa sciupata dal poco tempo a disposizione per realizzare bene il tutto. D’altra parte, il seme della follia Targaryen Daenerys lo ha sempre avuto: quando Khal Drogo uccide Viserion versandogli una colata d’oro fuso in testa, la Khaleesi non muove un benché minimo ciglio, anzi, sembra quasi compiaciuta. Stessa cosa ha fatto quando ha rinchiuso uno dei Master di Mereen in quella specie di cassaforte insieme all’ancella traditrice. Ergo, una certa vena di follia mista a crudeltà vendicativa l’ha sempre dimostrata.
  2. Sono d’accordo su chi si lamenta del fatto che la sua pazzia abbia galoppato troppo velocemente e che la cosa non sia credibile, specialmente per una serie come che approfondisce il lato psicologico dei personaggi; ma ehi! Chi si lamenta di questo è la stessa persona che trovava del tutto normale la reazione compassata di alla notizia di essere un Targaryen. Questa stagione è caratterizzata dalla velocità, non c’è niente da fare, e che avrebbero trattato tutto con estrema superficialità io me l’aspettavo da quando hanno annunciato che le puntate sarebbero state solamente sei. Come diamine è possibile chiudere tutte le storyline aperte in maniera approfondita in sole sei puntate…? E’ normale che i personaggi cambino in pochissimo tempo, non ci trovo niente di strano. Sinceramente non capisco nemmeno tutto questo astio verso gli sceneggiatori, tanto si sapeva che Daenerys avrebbe sbroccato di brutto e che, a questo punto, l’avrebbe fatto nella quinta o sesta puntata, no?
  3. Jaimie: non dite che non ve l’avevo detto. Ancora mi chiedo come abbiate fatto a pensare che fosse innamorato di Brienne.
  4. Jaimie e Cersei: far evolvere Jaimie in questo modo per farlo regredire all’ultimo mi ha lasciato l’amaro in bocca, l’ammetto. Ho l’impressione che abbiano cambiato direzione di colpo, col suo personaggio, perché appunto dovevano finire in fretta la serie e non sapevano come fare con lui. Ammetto anche che la morte sua e di Cersei mi è piaciuta, così come mi è piaciuto far vedere il lato umano di lei. Se proprio dovevano farlo tornare dalla sorella da cieco innamorato, non avrei saputo immaginare morte migliore per loro.
  5. Euron e la lotta senza senso con Jaimie. Buona solo a togliere di mezzo il Pacey Witter dei sette mari. Sarebbe stato meglio farlo morire in mezzo alle fiamme, sulla sua nave.
  6. Momento trash numero 1: Arya che “Se rimarrete qui morirete!!!” e causa la morte di madre e figlia perché le trascina fuori dal loro nascondiglio mi ha fatto ridere, confesso.
  7. Momento trash numero 2: Ombromanto in mezzo ad una città distrutta e data alle fiamme, come un’apparizione. Un cavallo – animali notoriamente paurosi – pulito, bellissimo, calmo, VIVO, che si è lasciato avvicinare e montare per poi partire al galoppo. Sì, certo. Nei tuoi sogni. Ho colto il messaggio simbolico, ma non quello realistico.
  8. Queste scene mi hanno ricordato quella di Via col Vento, quando Atlanta è in fiamme e Rossella fugge con Rhett a bordo di un calesse.
  9. Jon Snow e i suoi momenti di pura stasi. Anche le sue battute si risolvono in un: “She is my Queen!” ripetuto N volte cambiando l’ordine delle parole. Continuo a sperare che sarà lui ad uccidere Daenerys e non Arya, perché dovrà pur far qualcosa prima che la serie finisca. Tuttavia, Emilia Clark ha gli occhi verdi (e non viola, come dovrebbe essere seguendo le indicazioni del libro) perciò temo che sarà ancora una volta la piccola ninja a risollevare le sorti dei nostri eroi ed uccidere la Mad Queen…

Chiudo pensando ai fan di Danerys che, in questi anni, hanno sfoggiato con un certo orgoglio la felpa con la scritta: “I’m not a Queen, I’m a Khaleesi”. Li penso, e mando loro un sincero, forte abbraccio. Senza ironia.

E voi, che ne pensate? Siete rimasti delusi dalla puntata oppure vi è piaciuta?

4 Comments

  1. Sono d’accordo con te. Shame on D&D. Mi è quasi dispiaciuto per Cersei… Jon personaggio inutile, speriamo si riprenda.
    Comunque io sono da telefono e commento bene!

  2. Ciao! Anche a me è piaciuta considerando che molti difetti sono dati dalla fretta di dover chiudere… e mi chiedo: se è una serie così di successo, perché non farla durare un po’ di più e farla meglio? Che fretta c’è?
    A parte ciò, delusissima da Jaime! Ma ci stava col suo personaggio… idem Daenerys, frettolosità a parte rispetto alla sua pazzia crescente!
    A me ha fatto ridere l’esercito di Cersei, durato un nanosecondo, idem le navi… non doveva essere Daenerys quella in difficoltà? 😀
    E Jon buongiorno, ce l’ha fatta a capire che forse la queen è impazzita… non è bastata la scena di Varys? °_°

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.