Essere me

Personaggi

So che è passato un pò di tempo, e so che molti, troppi ne hanno parlato, ma io questo post volevo farlo sin da quando ascoltai la notizia alla tv, per cui lo scriverò ugualmente. Il soggetto è Micheal Jackson.

Sinceramente non ho mai seguito MJ: quand’ero piccola andavo pazza per il moonwalk, da una volta che lo vidi in tv, e chissà quante volte ho provato (inutilmente) a rifarlo. Conoscevo le canzoni più famose, e le sue vicende personali spiattellate per il mondo, false o meno. Ma, nonostante tutto ciò, devo ammettere, con stupore, che quando ho sentito della sua morte mi è dispiaciuto. Tanto. E mi dispiace anche adesso. La sensazione che provo è tristezza, ma tristezza per lui, che in fondo era un uomo solo, molto solo, e con evidenti complessi. Non credo che abbia veramente abusato dei bambini: a parte che trovo ridicola l’ammissione della descrizione dei suoi genitali come prova schiacciante (se non ce l’aveva storto o con una voglia di microfono non vedo come possa costituire una valida prova) e poi lui era un bambino, un eterno bambino, e se dormiva con loro lo faceva in modo innocente, come quando saltava sui letti delle persone. 

Con questo non voglio dire che ci fosse tutto: strano era strano. E parecchio. Ma le sue stranezze dipendevano da un bisogno d’affetto e sopratutto di approvazione che non ha mai ricevuto. Ho notato, nei numerosi suoi concerti che hanno trasmesso in quest’ultimo periodo, che ripete di continuo al pubblico: "i love you". Più di quanto fa un cantante normale. Forse perchè il pubblico era l’unico che riusciva a farlo sentire amato ed apprezzato.

Il padre ha privato Micheal ed i suoi fratelli della loro infanzia e lui voleva riprendersela. L’infanzia è il periodo più bello di tutta la vita, e a lui è stata portata via, è stato sfruttato, picchiato, – e, a quanto mi dice un suo fan accanito mio amico – persino violentato dal padre, è stato da lui offeso, perchè chiamato brutto e nasone. Da qui ad una ossessione per le plastiche ed a un suo accanimento per il naso, che ormai non aveva più, il passo è breve. Dicono che si è sbiancato perchè si vergognava di essere nero: no, aveva la vitiligine (click) e (click), come dimostrano alcune sue foto, ma di sicuro a qualche trattamento per uniformare questo sbiancamento lo aveva fatto, visto che non ho ancora visto uno che soffre di questa malattia diventare completamente albino come lui. Dicono che i figli siano i suoi: secondo me no. Essendo un bambino, non aveva interesse per il sesso. Secondo me era impotente, nel senso non fisico, ma psicologico: non credo che gli interessasse e che nemmeno ci riuscisse. Ed è per questo che non credo alla teoria del violentatore di bambini, anche perchè la vittima ha dichiarato di aver mentito sotto ordine del padre. Quando MJ era piccolo era costretto a dormire nella stanza coi fratelli più grandi, che si portavano le ragazze in camera, per cui era costretto a sentirli mentre si divertivano con loro.

E non è stato ucciso. E’ morto perchè abusava di farmaci e perchè era triste. Tanto. E credo schifato dal mondo intero. Mi dispiace perchè era bravo, aveva talento, si era meritato tutto quello che ha avuto, perchè sapeva ballare e cantare, non come questi "artisti" moderni che non sanno far altro che mostrare tette e culo al mondo. Sia da una parte che dall’altra.

E spero che finisca presto questa sua "santificazione" perchè la trovo molto squallida: prima tirano pietre dicendo le peggio cose e poi, quando muore, lo santificano. E, solitamente, più il soggetto muore giovane e più viene idolatrato. Lo trovo squallido, come tutte le frasine stupide ed insopportabili che ho letto sugli schermi: "il re è morto, la mia vita non ha senso" "Micheal sei il mio dio, ti amo" e boiate del genere.

Spero anche, dovunque egli sia, che adesso abbia trovato un pò di pace. Dagli stupidi, dai giornalisti e da suo padre. Glielo auguro di tutto cuore.

 

15 Comments

  1. Non avevo mai avuto gran simpatia per lui. Però con quello che hai scritto mi hai aiutato a ritrovare il senso di un po’ di pietà umana per una persona che sicuramente non ha avuto mai la serenità per gustare appieno il suo stesso talento e quel che gli poteva dare di buono.

  2. Complimenti vale!!!…bel post!!!!…sono d’accordo con te!!!…è stato sfruttato sin da piccolo e continuerà ad essere sfruttato anche ora che è morto!!!!…già sono stati trovato numerosi inediti,la sceneggiatura di un film….

  3. Pico a me era proprio indifferente invece. Come ho scritto, conoscevo il moonwalk e le sue canzoni più famose, ma poi il mio interesse si fermava lì. Però quando hanno dato la notizia della sua morte mi sono sorpresa io stessa del dispiacere che ho provato. Poi ho realizzato il perchè.. era un uomo triste e sopratutto molto solo. Se penso a lui provo tristezza.. non di quella mista a pietà eh, solo tristezza.. perchè era una persona fragile e dolce. E tutti ne hanno sempre fatto quel che ne hanno voluto.
    Grazie Vale! (me ne accorgo ora, Vale e Vale.. sembra che mi sono fatta i complimenti da sola ed ora mi rispondo pure da sola.. :P)

  4. concordo ankio su quello ke hai detto, xò su un video dove MJ racconta la sua verità, dice ke soffriva di vitiligene totale, x questo gli ha colpito tutto il corpo. Diceva che all’inizio copriva le macchie bianche con del trucco scuro, successivamente, quanto le macchie bianche erano più della pelle nera, cercava di schiarirle. Poi oltre ad avere la vitiligine, aveva anke la lupus e gli interventi al naso e al viso servivano proprio per cercare di sistemare i guasti provocati dal lupus. Non non se si vero o no, ormai la verità, penso la possa sapere solo lui… ma  trovi tutto qui:

  5. Non ho mai seguito, ma so che era un mito,
    unico, originale,
    la morte di un artista ci mette in tristezza,
    dopo una vita di alti e bassi, sia sereno nell’eternità
    un abbraccio
    e Buona Domenica!
     

  6. Ti quoto al 100%, hai riassunto perfettamente tutto quello che ho pensato e penso anch’io tuttora.
    Un bacio ^^

  7. Anch’io non ero un grande fan di Jacko, ma riconosco cmq la sua bravura.
    La "santificazione" una volta morto, ahimè, era quasi scontata…. 🙁

  8. La tristezza è stata anche per me il sentimento con cui ho appreso della morte di MJ e quello che è venuto fuori dopo cioè della corsa ai soldi da parte dei suoi fratelli ha reso ancora più triste questo pensiero.
    A me, sinceramente, i ragionamenti su ciò che ci fosse di vero o di falso riguardo alle accuse su di lui, non interessano più di tanto, mi sembrano poco importanti rispetto alla grande povertà di quella realtà, cioè di quel mondo, ricco di soldi e povero di ciò che veramente serve.
    In un contesto del genere è difficile se non impossibile parlare di responsabilità.
    Si pensa al successo come ad una cosa bella, ma per alcuni è veramente una tomba, forse più da vivi che da morti.

  9. a me non è mai piaciuto tanto, come ben sai ci sto alla larga dai superfenomeni massmediatici, perciò quando vedo un bel ragazzino di colore che si vuole autotrasformare in un fenomeno da baraccone con la pelle che sembra budino alla vaniglia non posso far altro che lasciar perdere. però peccato, avrà avuto anche le sue disgrazie ma penso che la peggiore che gli potesse capitare è stato il successo, che l’ha sopraffatto e ucciso privandogli di metà della vita che ha vissuto e anche dell’altra metà che ora non può più vivere

  10. Sono d’accordissimo con te,non mi crederai(ad ogni post lo scrivo,ma mi ritrovo davvero tanto con i tuoi discorsi)e,non sapendo cosa aggiungere,ti lascio una frase che un amico mi dice spesso quando cito MJ:bisogna lasciare da parte il privato quando si parla di lui,perché era un grande ballerino e come lui ce ne sono davvero pochi.
    Ma ammetto che,leggendo questo tuo post,una piccola riflessione sulla sua vita privata(difficile e burrascosa)mi viene..
     
     

  11. Anche a me è capitata la stessa cosa, nonostante non fossi questa grande fan la notizia della sua morte mi ha molto intristito. Molte cose della sua vita nemmeno le conoscevo, alcune le ho lette ora nel tuo post.
    Era indubbiamente una persona sola, affetta da tanti troppi problemi, forse neanche il martirio subito deve avergli fatto bene, poi torna ancora, vuole stupire tutti per l’ultima volta e invece se ne va via prima. Non so, credo sia questo ad avermi fatto parecchio male, questo e sentire gente che fino a poco tempo fa nemmeno sapesse chi fosse disprezzarlo così… ed ora sì, la beatificazione… non c’è mai pace.

  12. Stesse identiche cose che ho pensato io
    Era solo e incompreso e le uniche persone che lo apprezzavano veramente, erano i fan
    E’ brutto non essere capiti e finire così, davvero brutto.
    Le persone che hanno speso tante belle parole dopo la sua morte, mi hanno fatto solo che schifo.. brutti approfittatori del cavolo.. han detto quelle cose giusto per farsi vedere dalla parte giusta
    per non parlare di mtv che un mese prima della morte di MJ aveva fatto uscire questo video, e poi, nella settimana della sua morte, gli ha dedicato un intero week end trasmettendo solo i suoi video (e la pubblicità)
    ridicoli.. i primi a prendere in giro, e i primi che si coprono il c**o appena succede qualcosa… ridicoli
    settimane fa, la mediaset ha tresmesso uno dei suoi ultimi concerti.. era la prima volta che ne vedevo uno di MJ ma sono rimasta scioccata.. era davvero bravissimo.. ho anche notato come lui, in confronto agli altri ballerini, non avesse un filo di grasso o muscoli in più del normale.. era magro e non molto muscoloso (se pensi, anche i ballerini di danza classica sono molto muscolosi) ma riusciva lo stesso a ballare.. non mi sto spiegando molto bene, scusa >o<‘
    resta il fatto che era davvero bravo!

  13. …Sono arrivata al tuo blog passando da un link all’altro! Innanzitutto complimenti, mi piace molto.
    Ti scrivo in questo post perchè mi ha colpito ciò che hai scritto. Io sono una fan di MJ da sempre e per sempre e concordo su quello che hai scritto (anche se secondo me l’hanno ucciso, non tanto i dottori con iniezioni varie quanto gli altri rovinandogli la vita con idiozie, e di conseguenza, do ragione a te, perchè è morto di disperazione e solitudine!).
    Ancora complimenti, per quello che scrivi e per come lo fai.

Comments are closed.