Per punti

Abitanti della blogosfera / Essere me / Paturnie
  • Mi sento improvvisamente molto stanca. Forse ieri pomeriggio l’aver preparato la spesa all’Alimentaria ed averla successivamente scaricata&ordinata si fa sentire.
  • Devo leggere un tomo per la tesi, e devo farlo, perché io ‘sta tesi la voglio finire. Anzi, voglio finire l’università, porco cane.
  • Finalmente il vetro della credenza di sala è stato recuperato, adesso mi sembra di stare in una casa vera e non in una dei barboni. Sono 15 anni che quel vetro aspettava di essere messo nuovamente al suo posto e, inutile dirlo, quando lo guardo mi ricordo della mia infanzia. E la sala sembra più grande.
  • Oggi ho spolverato tutto, dalla credenza di cui sopra in sala a “il sotto al letto” di mamma passando poi a pulire tutta la casa. E scoprendo segreti scomodi in una scatolina della mensola di mio fratello. Ho anche cambiato i letti e steso i panni, insomma, sommati al pranzo che ho preparato ieri sono proprio una brava donnina di casa.
  • Ieri mamma ha rischiato un occhio nero per ben tre volte, avendo a che discutere sia col vetraio che con quelli dell’Etruria che con un omino dell’Alimentaria a cui ha apostrofato: “Ma che mi sta seguendo lei?!”

Ho voglia di scrivere la tesi ma non ho voglia di leggere cotesto librone. Come si fa…?

Dilemmi

Abitanti della blogosfera / Computer / Distrazioni più o meno mondane / Essere me / Paturnie

Non so ancora cosa fare, riguardo questo blog.

Ieri Orso mi ha detto che continua a ricevere i miei post tramite mail, a questo punto mi chiedo se non valga la pena rendere il mio spazio privato ma con accesso al pubblico oppure lambiccarmi il cervello per cercare di renderlo del tutto privato.

Ora come ora sceglierei la strada più facile, perché sono stanca di dover sempre cercare quella più difficile rimanendo poi puntualmente delusa nello scoprire che il gioco non è valso la candela. Vedi una settimana fa, più o meno.

Avrei sempre la possibilità di rendere il blog pubblico ma i post privati, cosa che mi ha sempre spinta finora a non mettere sotto chiave il tutto, ma sinceramente la sensazione di sapere chi legge i miei articoletti mi fa sentire bene.