Abitanti della blogosfera Essere me Figlie di Eva Paturnie

Nomination

comments 15

Quant’è difficile trovare un nome adatto al proprio blog?

Leggo articoli che consigliano di scegliere il nome che più si ritiene consono ad esprimere sé stessi, che consigliano di seguire l’istinto del momento, di chiamare la propria creatura con il proprio nome e cognome oppure di battezzare il neonato virtuale con il classico “Il blog di…”. Il più saggio di tutti, a mio parere, è quello che consiglia di scegliere un nome che condensi in poche parole il contenuto del proprio spazio, in modo che anche nelle ricerche l’eventuale lettore capisca subito di cosa il blogger parli. Ma quando un blog non ha un contenuto specifico, come il mio, che nome dare?

Pongo l’annosa questione poiché un annoso dubbio è sorto in relazione al nome di questa mia piccola creatura: . E’ un nome carino, accattivante, simpatico e all’inizio mi sembrava convincente, adatto a me; complice anche il consiglio della dolce metà a cui chiesi cosa gli venisse in mente quando leggeva le mie “”. Ma ora, non so perché, mi sembra quasi ridicolo, non serio… da fashion blogger insomma. Volubilità femminile? Condizionamento negativo da modaiole incallite che si ostinano a voler fare tendenza? Patriottismo improvviso che costringe a desiderare un titolo italiano piuttosto che inglese?

D’altra parte tradurre il titolo in italiano, “la voce fresca” mi sembra altrettanto -se non più- ridicolo.

…Eh… sono .

(Tanto più che il nome del dominio è quello e così deve rimanere, sicché per quello il dilemma non sussiste proprio.)