Negrita docet

So che ho cambiato parecchie cose in questi ultimi tempi. Ho cambiato gestore della telefonia e di internet, ho cambiato taglio di capelli, ho cambiato la foto del mio avatar, ho cambiato modo di vestire ed anche il modo di affrontare le cose. Ho cambiato il modo di approcciarmi agli elementi stereotipati del mio essere donna, come il non sentirmi più bimbaminkia se compro un giornale di moda o se me ne interesso. Anche perché una bimbaminkia non è solo questo ecco. Dipende da come uno vi sia avvicina, alla moda o ad altre cose. E sebbene io non sia una cosiddetta "fashion addicted" a volte mi piace comprare i giornali che ne parlano, mi piace guardare quei bei vestiti e accessori, e, francamente, invidio chi può permetterseli, sempre con il limite del buon senso (1000 € per una borsa mi sembrano un tantinello eccessivi ed uno schiaffo in faccia alla povertà). Insomma, ho cambiato tante cose. Ed ho deciso anche di riportare il mio blog allo stato brado, libero e selvaggio nelle praterie del web, proteggendo con una simpatica chiave i post che reputo troppo delicati da esporre al sole e di fondervi insieme l’altro mio spazio "giornalistico", come lo chiamavo io, così da riportare tutto ad un’unica matrice, dalla quale scaturiscano pensieri pubblici e privati. Tanto il magico iobloggo (che ha tolto la orribile barra superiore, spero per sempre) mi ha permesso di importare post e persino commenti, tags e categorie nel blog che ho deciso di rendere unico. I motivi sono molteplici. Avere due blog è faticoso, e crea confusione nel definire quale sia quello principale. Se decido per l’uno, l’altro ne risente, e così via. Quindi… perché farsi tutti questi problemi? Semplicità è un’altra delle mie parole chiave, ispiratrice. Infatti il mio nuovo template vuole rispecchiarla… è minimal, bianco, elegante. Ho deciso di cambiare via via solo le iconcine iniziali, a seconda del periodo dell’anno: se ci fate caso ora sono ispirate all’autunno. In B&N, perché ultimamente mi piace questo stile, così raffinato ed evocativo. Cambio di mentalità, come dicono i Negrita nella loro canzone. Rilettevo su quanto sia cambiata io, ed attraverso me i miei template ed il mio modo di scrivere: prima colorati, pieni di figure, con i post ricchi di emoticons. Adesso semplici, con pochi colori, e "più maturi". Anche se, ovviamente, il periodo che attraverso influenza le mie scelte grafiche, come mi sembra giusto. 🙂

Ed infine, un cambiamento che si rispetti ha bisogno di un cambio di nome… maggietheflower è sempre stato il mio nick, inventato da me medesima per il quale devo ispirazione ad un moscone appiccicoso che in una serata fiorentina volle fare il bellone con me, ma appartiene ad un’altra epoca, e ad altri lidi, altri spazi. Anche ad un’altra me stessa. Quindi ho deciso di cambiare l’indirizzo del mio blog, del mio nuovo blog, che rispecchia la mia nuova me stessa, in funnyvalentine.

Non me ne vogliate.. 🙂

Pubblicato da Diario

Vivo in mondo fatto di libri e computer. Bloggo dal lontano giugno 2007.

Follow

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: