Memo

Tra i buoni propositi dell’anno nuovo, devo assolutamente infilare da qualche parte lo smettere di cercare disperatamente temi decenti per .

O meglio, di temi decenti ce ne sono, sì, ma per me c’è sempre qualcosa che non va e che non riesce a farmi mettere del tutto l’anima in pace: font troppo grandi, colori troppo cupi, posts format che non sono previsti – che poi, fino a tre mesi fa, nemmeno sapevo cos’era, un post format… –

Così, ogni giovedì sono in trepidante attesa del giovedì dopo, dato che è proprio in questo giorno che vengono rilasciati i temi nuovi dal team di WordPress.

So bene che queste gravi fissazioni sono dettate dal fatto di non avere un granché da fare, in questo momento, e sono anche cosciente del fatto che spendo ore ed ore a spulciare temi che già conosco a memoria nel tentativo di farmene piacere uno più di quello che indosso al momento.

Perché quello di ora ha i font troppo grossi e pixellosi.

Perché Flounder è troppo cupo.

Perché Ryu, – che, per ora, rimane il mio preferito, avendo tutto ciò che cerco (bianco & nero, luminoso, minimal, posts format) ha i font a 18 px.

Ma vorrei sapere com’è che viene in mente di impostare la grandezza dei font a 18 px? Ma che ci hanno preso, per ciechi?

Così mi si costringe ad una infinita ricerca, a rinunciare ad alcuni elementi, solo perché WordPress non permette di personalizzare colori & caratteri. (Cioè, lo permette, ma sborsando 24 $).

Che poi, io, questa cosa di far pagare per modificare colori & caratteri, non la capisco. Sono funzioni basilari che tutte le piattaforme di questo mondo concepiscono e permettono, diritti umani innegabili alla stregua di aria ed acqua e WordPress deve far pagare per poterli avere. Ma io dico.

E io perdo tempo a provare Flounder, già sapendo che ha i colori troppo scuri che non mi piacciono, e a cercare ancora ed ancora, quando potrei, chessò, salvare balene o diventare il più grande avvocato che la storia ricordi.

Capito, WordPress? Se il mondo non avrà una Perry Mason in gonnella, la colpa è solo tua.