La libertà

LibertàIeri mi è stato detto: «Ma perché vuoi venire qui dentro, a lavorare in questa prigione? Adesso sei così libera!»
Così libera.
Per me la è mangiare una pizza e poterla pagare con i propri soldi, è poter andare a vivere da sola, è poter pagare le bollette della luce, dell’acqua, del gas; è potermi comprare gli oggetti che mi servono, è poter pensare seriamente a costruire Qualcosa con il mio ragazzo.
Questa, è la libertà.
Ed io, ora come ora, non ce l’ho.
L’ho spiegato al tipo e agli altri astanti – tutti assunti – che erano presenti alla discussione, ma non credo mi abbiano capito fino in fondo.
D’altra parte,

L’uomo sazio non crede all’uomo digiuno.

Pubblicato da Diario

Vivo in mondo fatto di libri e computer. Bloggo dal lontano giugno 2007.

Follow

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: