Culture

Ieri mi è capitato di vedere un video su internet che ha avvalorato le mie tesi su quanto le menti si assomiglino, pur essendo contenute in teste diverse. Il video mostrava una pubblicità giappo per allargare gli occhi, allo stile europeo, ed eliminare così quelli a mandorla tipici degli orientali. Non linko il video perchè sinceramente mi ha fatto senso, e poi perchè non ricordo più il forum dove l’avevo visto, dico solo che per allargare gli occhi spalmano sulle palpebre una sorta di colla e poi con un bastoncino spingono la suddetta palpebra verso l’interno del cranio, lì dov’è attaccata alla pelle della testa. Quando la colla è asciutta giustamente la pelle rimane "tirata" e l’occhio sembra più grande. La prima cosa che mi è venuta in mente è stata: "che schifo" la seconda: "povero occhio, ma non fa male?" (l’occhio in questione fuoriusciva dall’orbita visto che il bulbo veniva spinto all’infuori per far posto alla palpebra ripiegata) e a terza:"ma sono scemi???". Ora. Sempre nei miei frequenti viaggi a bordo della mia nave jazz< ho notato numerosi, ma che dico, numerosissimi sciami di ragazzine e/o ragazzini, anzi, vere e proprie turbe diragazzine e/o ragazzini che vogliono essere orientali: parlano giappo, vestono giappo, rimpiangono amaramente la loro sorte europea etc etc. D’altra parte noto che i giapponesi, oltre a cavarsi gli occhi con bastoncini e vinavil, non fanno altro che imitare lo stile europeo e disegnare nei loro manga personaggi con fattezze europee: tutti occhi grandi e alti minimo 1.70. A parte delle eccezioni, certo, come Video Girl Ai. A me piacciono entrambe le culture. Ammiro i giappo per la loro intelligenza e mi piacerebbe visitare Tokio. Inoltre mi affascina la loro cultura devota alla perfezione e alla pulizia, mi piacciono i loro kimono (anche se ora non li portano che durante le feste, certo) e anche le divise scolastiche tanto famose grazie ai loro anime, gli occhi a mandorla e l’altezza media 1.50. Mi piace la mia cultura, quella fatta di migliaia di anni, antica e nobile, quella fatta di gonne e pizzi e merletti e parrucche, quella fatta dalle abolizioni della pena di morte e dagli occhi grandi e i 1.70 metri di altezza. Perchè dovrei rimpiangere la mia cultura? Perchè dovrei sostituirla con un altra? Come, d’altra parte, perchè un giappo dovrebbe sostituire il suo essere giappo con un essere ita? Andrà a finire che l’Italia si chiamerà Giappone e il Giappone Italia? <

br />

Da ciò una conclusione: il contenitore è diverso ma il contenuto è uguale… tutti vogliono essere diversi da come sono non guardando quanto hanno di bello. Come si dice? L’erba del vicino è sempre più verde..

No tags for this post.

Pubblicato da Diario

Vivo in mondo fatto di libri e computer. Bloggo dal lontano giugno 2007.

Follow

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: