Essere me

Come perdere una mattinata (parte…. millesima?)

comments 14

Ed anche oggi non ho studiato. Ieri poco. Oggi nulla.

Insomma, devo smetterla di avere solo l’intenzione di fare un tot. di pagina al giorno ma farle. Perché io, la buona volontà, ce la metto. E’ la pratica che non mi aiuta. Oggi devo fare ripetizioni alla mia allieva, forse devo andare a fare videoscrittura all’altra. Mica perché mi lamenti, sono sempre soldini che entrano. No, la colpa è mia, non del tempo. Il tempo c’è. Che poi non è che cazzeggi io, la mattina. E’ solo che mi sveglio tardi, verso le nove, e visto che io sono a diesel, ci metto un pò per partire. Poi faccio i lavori di casa, poi faccio ginnastica… insomma arrivo alle undici, pausa caffè, facebook il male mi distrae, guardo l’orologio ed è già mezzogiorno… poi chiama qualcuno – tipo stamattina la Telecom che voleva mandarmi un portatile a casa credendo di farmi cosa gradita – e visto che io sono una personcina gentile per convincerlo ad abbassare la cornetta devo dire che Mondialcasa lo aspetta… si fanno le 12.30 e via. Persa la mattinata.

E devo pure cucinare io oggi.

Basta, da domani lucchetto al pc e sveglia alle otto. Se non mi sentite più è perché sono sotto registrazione. Mancano solo 14 giorni all’esame, che diamine. Devo darmi una severa regolata.