Tutti gli articoli archiviati in “Breviter

Brevemente.

Breviter

  • Ricordate i capelli lunghi da principessa? Da oggi non esistono più. Li hanno sostituiti dei capelli corti da donnina moderna. Non troppo corti, per attutire lo stress da abbandono; non troppo lunghi, per non farli assomigliare a “quelli vecchi”. Credo si possa chiamare carré, insomma. Mi sento un po’ strana, come sempre accade quando ridimensiono la chioma, mi auguro di non pentirmene a breve. So già che mi mancheranno nei prossimi giorni, appena passerà l’euforia iniziale da novità: spero solo di non risentirne troppo.
  • Due sole parole: Lomo Camera. Non la macchina fotografica vera e propria ma l’applicazione per smartphone: chi di voi è un Androidiano come me ed ama le foto farà bene ad installarla, è semplicemente fantastica.
  • Stasera sono stata invitata ad un aperitivo da uno dei miei più vecchi e cari amici, per festeggiare i suoi dieci anni di attività. (Ha un’enoteca). Quando ho letto la parola dieci affiancata da anni ho sgranato gli occhi: possibile sia già passato così tanto tempo? Mi sembra ieri che l’ha messa su…
  • Ieri ho partecipato allo sciopero dei dipendenti MPS a Siena, contro i tagli del personale minacciati dall’azienda. Come ho detto ai colleghi di S., non ero lì in quanto interessata diretta ma come simpatizzante. Insomma, c’è sempre il mio ragazzo seduto dietro ad una cassa a combattere in prima fila. (Ovviamente il tutto è stato documentato dall’ottimo Android usando la Lomo Camera di cui sopra).
  • O come finiscono presto i capelli quando mi pettino…?

Breviter

E’ un po’ che non scrivo sul mio blog, ma in realtà non c’è molto da raccontare, a parte l’aver visto una vecchia conoscenza suonare in una band da sagra di paese (e sì che si era laureato con 110 e lode!) muovendosi alla Elvis Presley e cantando con la sua voce “calda e sensuale” (così lo definisce il suo sito).

Gli esami mi massacrano assorbendo tutto il mio tempo e le mie energie e mi lasciano sempre meno tempo per dedicarmi ai miei blog. L’altro, Jazz and Coffee, giace lì abbandonato da tempo, e me ne dispiace. Spero che il prossimo settembre mi massacri la tesi, a quest’ora. E non gli esami.

Il tempo si va sempre più raffrescando e la notte ormai dormo col pigiama lungo e la coperta, ma se non fosse per la sensazione fisica di freddo e il fatto che sia tornata ad accendere la lampada sulla mia scrivania alle sette di sera, non me ne accorgerei nemmeno.

Tra 17 giorni compirò 25 anni e non ci penso neanche.

Gli esami rendono la mia vita noiosa e mi assorbono del tutto. Mi fanno anche dimenticare il mio compleanno. 🙂

P.S. Ringrazio tantissimo Alexiel per avermi citata tra i blog meritevoli da leggere. Grazie ancora, mi hai fatto una ben gradita sorpresa, davvero. 😉