Stati

Casa

comments 4

 In quest’ultimo periodo (e per periodo, intendo  2 – 3 mesi) non faccio che ripensare alla mia vecchia casa, quella dove sono cresciuta. Ho davanti agli occhi le stanze e gli arredi, come se ci fossi stata ieri. La cosa bella è che mi appare nei momenti più impensati; come qualche secondo fa, ad esempio, mentre stavo leggendo IT. Cosa centri casa mia con il romanzo lo sa solo il mio cervello, che fa queste strane connessioni, tant’è che immagino spesso quelle stanze, in particolare la mia.

E poi, so bene che è una cosa stupida, ma continuo a sperare di ritornarci.

Come se mi chiamasse. Non so.