Bravo eh, ma lento

Perché il prof. non mi risponde?

Ho deciso di accettare la sua proposta di , quella di cui parlo qui. Ho già in mente un tema da affrontare, un tema che mi interessa molto, che mi ha appassionato e che purtroppo è di attualità in Italia come in molte altre parti del mondo. Così, armata di buona volontà e speranze per il futuro, ho scritto una mail al prof. comunicandogli che sono interessata ad averlo come relatore. Ma ancora nulla ed è già passata una settimana. So bene che i docenti sono lenti e maledettamente svogliati a volte, ma  speravo che entro pochi giorni mi avrebbe calcolata. Gli do fino a domani: venerdì c’è il secondo appello estivo della sua materia, se ancora non mi ha degnata di un suo cenno vado lì e ci parlo. Sperando che ci sia e non abbia inviato qualcun’altro ad interrogare gli iscritti. E sperando che abbia voglia di parlarmi.

Sono troppo impaziente io o è il mondo intorno a che gira troppo lentamente? In questo periodo mi sembra di sprecare tempo e basta. Vorrei fare tante cose, mettere ordine nella mia vita e realizzare i miei progetti (o almeno provarci) ma l’essere costretta qui per mancanza di possibilità e di denaro mi rendono inquieta e delusa. Sopratutto mi chiedo perché devo aspettare sempre una risposta dagli altri, o aspettare che gli altri si decidano a darsi una mossa quando io la sarei già data da tempo. Sì sì, non sono perfetta e gli altri non sono a mia disposizione, lo so, ma continuo a pensare che in molti casi si sciupino minuti preziosi quando non ce ne sarebbe assolutamente la necessità. E tutto ciò mi fa sentire frustrata, specialmente perché i signori in questione giocano con la mia vita.

Che barba che noia che noia che barba. [Cit.]

Pubblicato da Diario

Vivo in mondo fatto di libri e computer. Bloggo dal lontano giugno 2007.

Follow

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: