Abitanti della blogosfera Essere me Figlie di Eva Paturnie Poesia

About

comments 3

Ricomincio.

In questa luce che è sempre uguale, su di me che sono sempre diversa seppur fedele a me stessa.

Ricomincio, senza remore o paure, ricomincio da me. Su una musica malinconica suonata con la fisarmonica per un gioco ormai finito. Ricomincio con una strana pena nel cuore, che forse è proprio la causa del mio . Ricomincio con i miei arcani e familiari solo a me stessa, comprensibili solo da me, come quando, adolescente di liceo, riversavo tutto su fogli a righe con penne che perdevano inchiostro. Così, libera e selvaggia, senza la di essere letta, conscia del mio talento scribacchino e della meravigliosa sensazione di solo per me stessa, per sfogarmi in un po’ dark, come ogni buon adolescente si rispetti fa.

Conscia di essere un blog in un mare di blog. Di essere sperduta in mezzo al mare, con le braccia larghe, a galleggiare nella rete. E per questo, libera e sollevata.

Come disse qualcuno più in alto di me, com’è noioso essere Qualcuno.