Uff.

Sono leggermente in crisi, e senza un giusto motivo poi.

Da quando è cominciata la sessione estiva ho dato tre esami, prendendo, tra l’altro, un 28 e un 30. Ne ho fatto uno ogni 15 giorni, rispettando scrupolosamente il mio programma che mi consentirà – come spero – di laurearmi entro il prossimo anno. La settimana prossima ne ho un altro, che deve andare bene. DEVE. Ma io, nonostante i miei tre esami (che erano tutti e tre diritti, roba pesa, mica pizza e fichi) e il mio 30, sono ugualmente insoddisfatta. Mi sembra che il cammino verso questa benedetta laurea sia sempre così maledettamente lungo e che anche se mi sono impegnata e ho dato una bella botta la cosa sia ininfluente, rimanendomi comunque un discreto numero di esami da fare.

Insomma, mi sembra che più sfrondo e più le foglie crescano.

Sarà la stanchezza? Sarà il caldo? Sarà che ho solo voglia di fare la braciola al mare godendomi l’estate col mio fidanzato, come tutte le altre ragazze normali? Non so. So solo che stanca lo sono, sì, mentalmente. Dell’università e degli esami con 35° all’ombra. E anche di non avere una vita mia, dovendo rimanere a casa dai miei.

Speriamo che tutto ciò serva a qualcosa un giorno. Mago Merlino cosa diceva d’altra parte?

Per ora… studia. Poi, si vedrà.

Speriamo, aggiungo io. Speriamo.

Torno a studiare, và. Che se poi non lo passo la prossima settimana allora sì che entro in crisi per davvero. 🙂

P.S. Aggiornamento delle 18.27: Il mio adorabile ragazzo mi ha appena chiamato per propormi una pizza stasera. Telepatia?

Pubblicato da Diario

Vivo in mondo fatto di libri e computer. Bloggo dal lontano giugno 2007.

Follow

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: