Month: Aprile 2011

Sulla proverbiale gentilezza dei call center.

Computer / Emmobastaveramenteperò / Essere me / Figlie di Eva / Il mondo fuori dal letto è cattivo.

 Andando all’università sono solita portarmi dietro una bottiglietta d’acqua per domare la sete e cercare di sciogliere la cellulite dalle cosce, bottiglietta che abitualmente metto nella borsa porta computer. Un brutto giorno (si parla di un mese fa più o meno) scendendo dal pullman sento la suddetta borsa umida e bagnata. Impallidisco, mi fermo in mezzo alla strada e con la gente che mi osserva tra il divertito e lo stupito tiro fuori il  mio […]

E venne Pasqua. E pure Pasquetta.

Essere me / Figlie di Eva / Paturnie / Viaggi

Ed io sono sempre più conscia di quanto sia cambiata in questi anni. Nuove consapevolezze, nuovi dubbi, nuove paure, nuovi capelli bianchi. Nuova cellulite. Quando ero una ragazzina e andavo a fare pasquetta con gli amici non mi preoccupavo delle conseguenze che le calorie ingurgitate potessero avere sulle mie coscine di Bambi (e pensare che pesavo un po’ di più di quanto non pesi ora) mentre ora, seppur ingurgiti quanto e cosa mi pare allo […]

Promesse

Essere me / Figlie di Eva

Promessa. Dal latino promissa, neutro plurale di promissum e questo da promittere (promettere). Ciò che si promette, proiezione di una cosa che si darà, impegno assunto con un’altra persona. Promessa è anche la sposa che dà il suo consenso a diventare una donna onesta e che, nel caso volesse rimanere nel campo dei malavitosi proprio il giorno delle nozze o poco prima entrerebbe non solo nelle ire dello sventurato ma anche nell’elenco dei prossimi da […]